Home Mappa del sito




Calendario annuale Eventi - 4 Stagioni

Regolamento Comunale Consulte Di Quartieri E Frazioni

Dimmi Dove

Previsioni meteo

Quaderni di Storia locale
  Sei in : Home -> Approfondimenti servizi  

AFFISSIONI - CAPO IV - Disposizioni Comuni

Art. 28

Sanzioni tributarie e interessi

Per l’omessa, tardiva o infedele presentazione della dichiarazione di cui all’art. 15 si applica, oltre al pagamento dell’imposta o del diritto dovuti, una soprattassa pari all’ammontare dell’imposta o del diritto evasi.

Per l’omesso o tardivo pagamento dell’imposta o delle singole rate di essa o del diritto è dovuta una soprattassa pari al 20 per cento dell’imposta o del diritto il cui pagamento è stato omesso o ritardato.

Tali soprattasse sono ridotte ad un quarto se la dichiarazione è prodotta o il pagamento viene eseguito non oltre trenta giorni dalla data in cui avrebbero dovuto essere effettuati, ovvero alla metà se il pagamento viene eseguito entro sessanta giorni dalla notifica dell’avviso di accertamento.

Sulle somme dovute per l’imposta sulla pubblicità, per il diritto sulle pubbliche affissioni e per le relative soprattasse si applicano interessi di mora nella misura del 7 per cento per ogni semestre compiuto, a decorrere dal giorno in cui detti importi sono divenuti esigibili; interessi nella stessa misura spettano al contribuente per le somme ad esso dovute a qualsiasi titolo a decorrere dalla data dell’eseguito pagamento.

Art. 29

Sanzioni amministrative


Per le violazioni alle disposizioni legislative e regolamentari riguardanti l’effettuazione della pubblicità si applicano sanzioni amministrative per la cui applicazione si osservano le norme contenute nelle sezioni I e II del capo I della legge 24 novembre 1981, n. 689, salvo quando di seguito previsto.

Per le violazioni alle disposizioni del presente regolamento ed a quelle contenute nei provvedimenti relativi alla installazione degli impianti, si applica la sanzione da lire duecentomila a lire due milioni con notificazione agli interessati, entro centocinquanta giorni dall’accertamento, degli estremi delle violazioni riportati in apposito verbale. Con menzione nel medesimo verbale viene inoltre disposta la rimozione degli impianti pubblicitari abusivi; in caso di inottemperanza all’ordine di rimozione entro il termine stabilito, si provvede d’ufficio, addebitando ai responsabili le relative spese.

Indipendentemente dalla procedura di rimozione degli impianti e dall’applicazione delle sanzioni, può essere effettuata, direttamente dal Comune, o dal concessionario del servizio, la immediata copertura della pubblicità abusiva, in modo che sia privata di efficacia pubblicitaria, ovvero la rimozione delle affissioni abusive, con successiva notifica di apposito avviso.

I mezzi pubblicitari esposti abusivamente possono, con ordinanza del sindaco, essere sequestrati a garanzia del pagamento delle spese di rimozione e di custodia, nonché dell’imposta e dell’ammontare delle relative soprattasse ed interessi; nella medesima ordinanza viene stabilito un termine entro il quale gli interessati possono chiedere la restituzione del materiale sequestrato previo versamento di una congrua cauzione stabilita nella ordinanza stessa.

Art. 30

Gestione del servizio


La gestione del servizio di accertamento e riscossione dell’imposta sulla pubblicità e delle pubbliche affissioni è effettuata dal Comune normalmente in forma diretta.

Qualora il Comune lo ritenga più conveniente sotto il profilo economico e funzionale, esso può essere affidato in concessione secondo le disposizioni del D.Lgs. 507/1993. In tal caso il concessionario subentra al Comune in tutti i diritti ed obblighi inerenti la gestione del servizio.

Art. 31

Norme finali


Per tutto quanto non previsto dal presente regolamento si applicano, in materia di imposta comunale sulla pubblicità e di diritto sulle pubbliche affissioni, le disposizioni del Capo I del Decreto Legislativo 15.11.1993, n. 507.

Viene abrogato il Regolamento comunale per l’applicazione dell’imposta sulla pubblicità e dei diritti sulle pubbliche affissioni, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 82 in data 01.07.1994.

Art. 32

Entrata in vigore

Il presente regolamento, una volta esecutivo ai sensi dell’art. 46 della L. 8.6.1990, n. 142, è pubblicato all’Albo Pretorio per 15 giorni consecutivi ed entra in vigore il giorno successivo a quello di ultimazione della pubblicazione.

Le disposizioni del Capo I del D.Lgs. 15.11.1993, n. 507 si applicano con decorrenza dal 1° gennaio 1994.

NOTA BENE

ART. 1 - ISTITUZIONE DEL CANONE SULLE INIZIATIVE PUBBLICITARIE



Albo Pretorio

Emergenza terremoto 2009

Emergenza terremoto 2016

Piano di Ricostruzione

Ufficio Territoriale Ricostruzione

Donazioni Sisma

Amministrazione trasparente

Fattrurazione Elettronica PA

Calcolo IUC

PEC - Posta Elettronica Certificata

Farmacia Comunale

SUE online

S.U.A.P.


Archivio storico

Periodico

Area riservata