Home Mappa del sito




Calendario annuale Eventi - 4 Stagioni

Regolamento Comunale Consulte Di Quartieri E Frazioni

Dimmi Dove

Previsioni meteo

Quaderni di Storia locale
  Sei in : Home -> Approfondimenti servizi  

AFFISSIONI - CAPO III - Servizio delle Pubbliche Affissioni

Art. 21

Oggetto

Il servizio delle pubbliche affissioni è di esclusiva competenza comunale; esso è inteso a garantire specificatamente l’affissione, a cura del Comune, in appositi impianti a ciò destinati, di manifesti di qualunque materiale costituiti.

Art. 22

Superficie degli impianti


Il Comune di Montorio al Vomano con popolazione al 31.12.1991 di n. 8.918 abitanti, è tenuto all’installazione di impianti per la superficie complessiva di almeno metri quadrati 45 (mq. quarantacinque) per ogni mille abitanti. A tale proposito la superficie complessiva degli impianti installati risulta di metri quadrati quattrocento pari a n. 571 manifesti delle dimensioni di cm 70 x 100.

Art. 23

Diritto sulle pubbliche affissioni


Per l’effettuazione delle pubbliche affissioni è dovuto al comune, in solido da chi richiede il servizio e da colui nell’interesse del quale il servizio stesso è richiesto, un diritto comprensivo dell’imposta sulla pubblicità.

La tariffa del diritto è applicata nelle misure previste dalla legge e con deliberazione comunale.

Per ogni commissione inferiore a cinquanta fogli il diritto è maggiorato del 50 per cento.

Per i manifesti costituiti da otto fino a dodici fogli il diritto è maggiorato del 50 per cento; per quelli costituiti da più di dodici fogli è maggiorata del 100 per cento.

Qualora il committente richieda espressamente che l’affissione venga eseguita in determinati spazi da lui prescelti, è dovuta una maggiorazione del 100 per cento del diritto.

Art. 24

Modalità delle pubbliche affissioni


Le pubbliche affissioni sono effettuate secondo l’ordine di precedenza risultante dal ricevimento della commissione, che viene annotata in apposito registro cronologico.

La durata dell’affissione decorre dal giorno in cui è stata eseguita al completo; nello stesso giorno, su richiesta del committente, il comune mette a sua disposizione l’elenco delle posizioni utilizzate con l’indicazione dei quantitativi affissi.

Il ritardo nell’effettuazioni delle affissioni causato dalle avverse condizioni atmosferiche si considera di forza maggiore. In ogni caso, qualora il ritardo sia superiore a dodici giorni dalla data richiesta, il comune ne dà tempestiva comunicazione per iscritto al committente.

La mancanza di spazi disponibili viene comunicata al committente per iscritto entro dieci giorni dalla richiesta di affissione.

Nel caso di ritardo nell’effettuazione dell’affissione causato da avverse condizioni atmosferiche, o di mancanza di spazi disponibili, il committente può annullare la commissione senza alcun onere a suo carico, ed il Comune rimborsa le somme versate entro 90 giorni.

Il committente può annullare la richiesta di affissione prima che venga eseguita; in tal caso deve comunque corrispondere la metà del diritto dovuto.

Il comune sostituisce gratuitamente i manifesti strappati o comunque deteriorati e, qualora non disponga di altri esemplari dei manifesti da sostituire, ne dà tempestiva comunicazione al richiedente mantenendo, nel frattempo, a sua disposizione i relativi spazi.

Per le affissioni richieste per il giorno in cui è stato consegnato il materiale da affiggere od entro i due giorni successivi, se trattasi di affissioni di contenuto commerciale, ovvero per le ore notturne dalle 20 alle 7 o nei giorni festivi, è dovuta la maggiorazione del 10 per cento del diritto, con un minimo di L. 50.000 per ciascuna commissione.

Nell’ufficio del servizio delle pubbliche affissioni sono esposti, per la pubblica consultazione, le tariffe del servizio, l’elenco degli spazi destinati alle pubbliche affissioni con l’indicazione delle categorie alle quali detti spazi appartengono ed il registro cronologico delle commissioni.

Art. 25

Riduzione del diritto


La tariffa per il servizio delle pubbliche affissioni è ridotta alla metà:

a) per i manifesti riguardanti in via esclusiva lo Stato e gli enti pubblici territoriali e che non rientrano nei casi per i quali è prevista l’esenzione ai sensi dell’art. 21 del D.Lgs. 507/1993;

b) per i manifesti di comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non abbia scopo di lucro;

c) per i manifesti relativi ad attività politiche, sindacali e di categoria, culturali, sportive, filantropiche e religiose, da chiunque realizzate, con il patrocinio o la partecipazione degli enti pubblici territoriali;

d) per i manifesti relativi a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficenza;

e) per gli annunci mortuari.

Art. 26

Esenzione dal diritto


Sono esenti dal diritto sulle pubbliche affissioni:

a) i manifesti riguardanti le attività istituzionali del comune da esso svolte in via esclusiva, esposti nell’ambito del proprio territorio;

b) i manifesti delle autorità militari relativi alle iscrizioni nelle liste di leva, alla chiamata ed ai richiami alle armi;

c) i manifesti dello Stato, delle regioni e delle province in materia di tributi;

d) i manifesti delle autorità di polizia in materia di pubblica sicurezza;

e) i manifesti relativi ad adempimenti di legge in materia di referendum, elezioni politiche, per il parlamento europeo, regionali, amministrative;

f) ogni altro manifesto la cui affissione sia obbligatoria per legge;

g) i manifesti concernenti corsi scolasti e professionali gratuiti regolarmente autorizzati.

Art. 27

Pagamento del diritto


Il pagamento del diritto sulle pubbliche affissioni deve essere effettuato contestualmente alla richiesta del servizio, con le modalità previste all’art. 16 per il pagamento dell’imposta sulla pubblicità.

E’ consentito il pagamento diretto del diritto relativo ad affissioni non aventi carattere commerciale.


Albo Pretorio

Emergenza terremoto 2009

Emergenza terremoto 2016

Piano di Ricostruzione

Ufficio Territoriale Ricostruzione

Amministrazione trasparente

Fattrurazione Elettronica PA

Calcolo IUC

PEC - Posta Elettronica Certificata

Farmacia Comunale

SUE online

S.U.A.P.


Archivio storico

Periodico

Area riservata